Anello al Monte Cervia da Paganico Sabino - giro breve

Lunghezza: 8km
Dislivello Complessivo: 750mt
Durata: 4h
Grado di Difficoltà: E - Escursionistico
Data Ultima Modifica: Ottobre 2021
Punto di Partenza e Arrivo: Paganico Sabino (720mt)
Tipo di Percorso: Anello
Percorribile in senso inverso: si
Gruppo Montuoso: Riserva Naturale Regionale monti Navegna e Cervia (link parks.it e al Sito Ufficiale navegnacervia.it)
Fonte/Autore: Fabio - Born To Trek

Scarica gps 
Scarica mappa
Scarica pdf

Premessa: Il Monte Cervia è una vetta secondaria rispetto al vicino monte Navegna e con questo fanno parte di una Riserva Naturale Regionale secondaria rispetto le più note riserve dell’Appennino che a sua volta è una catena secondaria rispetto le più note Alpi e Dolomiti… ciò nonostante considerare questo monte come una meta di poca importanza è un errore madornale nel quale non si deve mai cadere!

Il Cervia offre molte opportunità; sentieri panoramici a mezza costa, aeree creste, passaggi facili su roccette, sentieri immersi in boschi, valli incassate, gole, torrenti e forre per il Canyoning (la famosa forra di Riancoli). Ce n’è per tutti i gusti! Il giro proposto è il più breve e diretto per l’ascesa alla vetta da Paganico Sabino per i sentiero 341/342. Rispetto al giro più lungo si risale il versante sudoccidentale per raggiungere direttamente la cresta nei pressi della vetta per poi percorrere un tratto di cresta con panorami magnifici sul lago del Turano e il monte Navegna e poi ridiscende per lo stesso versante su sentiero parallelo che si ricongiunge all’andata. Un anello breve ma intenso.

Non superando i 1.500mt di altitudine la salita al Monte Cervia è possibile anche nelle stagioni più fredde e anzi risulta particolarmente bello nel periodo autunnale quando i colori caldi del bosco si contrappongono al blu del lago.

Come arrivare: per le indicazioni stradali al punto di partenza clicca qui
Dalla A24 si prende l’uscita Carsoli, dopo il casello alla rotonda si seguono le indicazioni per Castel di Tora / Lago del Turano, si segue la strada fino ad incrociare la Via Turanense che si percorre verso sx in direzione del Lago. Poco prima del lago sulla destra si seguono le indicazioni per Paganico per strada in salita che raggiunge il paese. I sentieri partono nel punto più alto del paese a via Montecervia dietro al Comune dove è presente anche un parcheggio.

Descrizione: Da via Montecervia è indicato l’inizio del sentiero 341 per il Monte Cervia (tempo stimato 2.15h) , questo sentiero è parte del Sentiero Italia indicato anche sui cartelli del parco. Il primo tratto del percorso si sviluppa su strada sterrata pianeggiante che si snoda immersa tra sterpaglie, proprietà private e alberi d’ulivo .
Dopo 1,3km si giunge al primo bivio tra il sentiero 341 che svolta a sinistra in salita in direzione diretta per la vetta (tempo stimato 1.50h), e il sentiero 341a che prosegue pianeggiante su strada sterrata (percorso del giro lungo descritto qui). In loco anche un cartellone con la mappa del parco . Si svolta a sinistra rimanendo sul sentiero 341 che comincia a salire deciso il versante sudoccidentale del monte.

In meno di mezzo km si salgono 250mt di dislivello fino a giungere a Fonte Secca dove è presente il bivio tra il sentiero per Fonte Pietrafinola (a sx) dal quale torneremo scendendo e la salita alla vetta (a dx). Si prosegue quindi a destra sempre per sentiero in netta salita fino a sbucare in cresta. Bellissimi gli scorci sul Lago del Turano. Giunti in cresta si incrocia il sentiero 342 che percorre tutte le creste del Cervia , si svolta a destra salendo gli ultimi 50mt che conducono alla cima del Monte Cervia (1.438mt) con croce nascosta nella vegetazione .
Volendo è possibile fare una deviazione di mezz’ora proseguendo verso sudest lungo le creste fino a raggiungere l’anticima di Croce di Monte Cervia (1.385mt) con croce posta su un magnifico sperone roccioso che domina il paese di Collegiove . Poi si torna indietro fino alla vetta del Cervia.

Dalla cima si torna a ritrovo verso ovest in discesa tornando alla sella posta sotto la vetta in cui è presente il bivio con il sentiero 341. Si prosegue ora su sentiero 342 in direzione di Fonte Pietrafinola (tempo stimato 1.10h) e Paganico Sabino (tempo stimato 2.20h). Dopo pochi metri si giunge ad un altro bivio stavolta con il sentiero 343 che scende a destra verso Collegiove e si prosegue sempre su cresta. Si giunge sul panoramico Colle Pobbio dal quale si ammira l’intero Lago del Turano e il monte Navegna e si comincia a scendere lentamente verso nord fino a giungere al punto più settentrionale delle creste dove è presente un bivio , a destra si scende verso fonte Pietrafinola rimanendo sul sentiero 342 mentre per proseguire nel nostro giro si svolta a sinistra per sentiero che ridiscende con bei panorami il versante occidentale del Cervia. Si percorre 1km in discesa tra boschi a tratti fitti e dopo aver disceso ca.150mt di quota sci si ricongiunge al sentiero 341 nei pressi di Fonte Secca.
Da Fonte Secca si segue a ritroso il sentiero d’andata per giungere nuovamente al paese di Paganico e al punto di partenza.

© 2021 Born To Trek. All Rights Reserved.