Eremo di San Bartolomeo da Decontra

Stampa

Lunghezza: 5km
Dislivello Complessivo: 300mt
Durata: 2h
Grado di Difficoltà: E
Data Ultima Modifica:  Dicembre 2017
Punto di Partenza e Arrivo: Decontra
Tipo di Percorso: Andata e ritorno
Gruppo: Majella
Fonte/Autore: Fabio - Born To Trek

Scarica gps 
Scarica mappa
Scarica pdf

Premessa: Il percorso è una perla del centro Italia immerso nel magnifico parco nazionale della Majella che offre moltissime ricchezze dal punto di vista storico, naturalistico e culturale. In questa traccia viene esplorato il profondo Canyon del vallone di San Bartolomeo al centro del quale, incastonato tra le rocce, vi è lo splendido Eremo di San Bartolomeo, zona di culto frequentata fin da tempi antichissimi come molti altri eremi della Majella.
Vicino al tracciato si può visitare con leggera deviazione il complesso agro-pastorale della valle Giumentina, uno dei più importanti della zona nel quale è presente la più grande capanna di pietra a secco d’Abruzzo, i sentieri conducono proprio alle antiche costruzioni ormai in parte in rovina vicino alle quali sono state erette in epoca più recente delle ricostruzioni fedeli che ospitano un museo visitabile.
L’eremo è raggiungibile in modo agevole da due lati, dal versante settentrionale partendo dal paese di Roccamorice (1h e mezza ca. di cammino) oppure il sentiero proposto nel presente tracciato che da Decontra si avvicina per il versante meridionale e raggiunge l’eremo attraversando il vallone. Questo percorso dà all’escursionista la possibilità di ammirare la valle Giumentina nella sua interezza.
Partendo da Decontra non ci sono difficoltà tecniche né di orientamento, la zona è ben segnata ed è facile seguire le comode strade bianche e mulattiere, l’unica difficoltà di tipo escursionistico (se così si può dire) è rappresentata dalla ripida e boscosa discesa nel vallone per raggiungere l’eremo (150mt ca.) e dalla successiva risalita. Per gli amanti dei paesaggi che non si spaventano delle pendenze è possibile prevedere un prolungamento iniziale con partenza da Caramanico Terme e vista sulla sottostante valle d’Orfento (ulteriore magnifico Canyon che è possibile unire in parte a questo percorso), 300mt di dislivello distribuiti su 2km da fare alla partenza e al ritorno.

Come arrivare: Dalla A25 si prende l’uscita Alanno-Scafa, dopo il casello si svolta prima a sinistra poi a destra entrando nella Strada Statale 5, alla prima rotonda si prosegue dritto fino ad arrivare a Scafa dove dopo un semaforo si svolta a sinistra seguendo le indicazioni per S. Valentino/Caramanico Terme. A questo punto ci si trova sulla Strada Provinciale 80 e la si percorre per 5km fino a San Valentino dove proseguendo dritti si prende la SS487 che porta a Caramanico Terme, al Km 19.5, poco prima del paese, c’è il bivio per Decontra e uno slargo dove si può parcheggiare e da dove parte il sentiero che sale a Decontra. Per raggiungere Decontra si svolta a sinistra al bivio e si giunge al paese in pochi minuti.

Descrizione: Dal fontanile di Decontra si prosegue lungo la strada che scende a sinistra di una chiesetta con campanile a vela e si immerge nella campagna. La strada asfaltata finisce nei pressi di una strada bianca che costeggia un muretto a secco, si segue la strada fino ad una zona alberata in cui è presente un incrocio, da qui sono presenti le indicazioni per l’anello della valle Giumentina. Si svolta a destra seguendo le indicazioni per l’Eremo di San Bartolomeo, il sentiero è in leggera salita e si apre in zone brulle con magnifiche viste sulle vette più alte della Majella. Il sentiero prosegue fino a raggiungere il ciglio del Vallone di San Bartolomeo dove sono presenti le indicazioni per il sentiero che scende nel fondo valle. Questo il punto più impegnativo dove è necessario percorrere una discesa di 150mt su sentiero ripido che conduce al fondo della valle e con breve salitina si giunge all’eremo (700mt).
Nei pressi dell’eremo è presente una scala scavata nella roccia che conduce a Roccamorice. Per tornare a Decontra invece si percorre a ritroso la strada percorsa all’andata.

Per visionare il medesimo percorso con partenza da Caramanico Terme clicca qui