Monte Semprevisa (da sorgente S.Angelo)

Lunghezza: 5km
Dislivello Complessivo: 580mt
Durata: 3h 30m
Grado di Difficoltà: E
Data Ultima Modifica:  Aprile 2008
Punto di Partenza e Arrivo: Sorgente S.Angelo (954 m) – Bassiano
Tipo di Percorso: Andata e ritorno
Fonte/Autore: Fabio - Born To Trek

Scarica pdf 
Scarica mappa

Premessa: Quello che inizia dalla Sorgente S.Angelo è l'itinerario più breve per la vetta del Semprevisa, la più alta e una delle più interessanti dei Monti Lepini. L'ambiente è vario e per niente monotono caratterizzato da pascoli e dalle rocce della cresta, inoltre il monte è lambito sul versante di Carpineto da una fitta faggeta. Il percorso offre magnifici panorami e dalla vetta si può ammirare uno spettacolo a 360° con scorci sull’Agro Pontino, le Isole di Ponza e le Isole dell'arcipelago Campano, il Vesuvio, i Monti Aurunci, Ausoni, Ernici, Simbruini, Prenestini, Laziali e in lontananza anche le alte montagne abbruzzesi.
Percorso adatto a persone di ogni grado di allenamento con volontà di immergersi in ambienti di media montagna, attenzione però a non sottovalutare il percorso, come spesso avviene in monti poco frequentati capita di ritrovarsi da soli su sentieri non particolarmente battuti in cui è utile avere un buon orientamento.

Come arrivare: Da Roma si prende la Pontina, prima di entrare a Latina si svolta a sinistra seguendo le indicazioni per Sezze, dopo un paio di semafori si arriva ad una rotonda la quale si ruota di 90° svoltando a destra. Da li si svolta al primo incrocio nuovamente a sinistra seguendo le indicazioni per Bassiano e dopo una serie di tornanti si arriva in prossimità del paese, invece di entrare nel paese si prosegue dritti come per andare a Sezze ma subito dopo l'incrocio di Bassiano parte una strada asfaltata sulla sinistra accanto ad una croce (le indicazioni indicano il ristorante “La Quercia”), seguendo la strada dopo poco si arriva al punto di partenza

Descrizione: Da Sorgente S.Angelo (954mt), dopo aver parcheggiato la macchina, parte un visibile sentiero sulla sinistra proprio all'inizio della strada che porta a Campo Rosello (non vi fate ingannare da un percorso vicino al ponte, questo lo dovete superare fino a che non vedete un visibile segnale sulla sinistra), il sentiero segue il percorso di un acquedotto e si immerge nel bosco, la segnaletica può indurre a confusione perchè su una prima costruzione è segnata con segnavia 12, dopo poco con segnavia 10, il sentiero è comunque lo stesso e non ci si può sbagliare. Dopo un bel tratto il tracciato diventa più roccioso fino a raggiungere un grande fontanile, da li si prosegue sterzando decisamente verso Sud-Est per un sentiero che raggiunge una strada sterrata. Dalla strada dopo aver tagliato un paio di tornanti si seguono le segnaletiche, si passa vicino ad un capanno con fontanile (asciutto! Meglio non farci affidamento) e in prossimità di un piccolo ponte parte sulla sinistra un sentiero ben segnato che porta ad uno slargo dove pascolano cavalli allo stato libero. In questo punto si deve fare attenzione alla segnaletica che è possibile perdere per un piccolo tratto. Si svolta a sinistra seguendo una mulattiera ben segnata che passando vicino e attraverso una faggeta porta direttamente alla cresta del monte, dopo qualche saliscendi si giunge fino alla vetta più alta: La Semprevisa! (1536mt).
Per il ritorno si percorre a ritroso la strada percorsa all'andata.

© 2021 Born To Trek. All Rights Reserved.