BORN TO TREK


Home arrow Trekking arrow TR Appennini arrow Monte Navegna (da Ascrea)
martedì 04 agosto 2020
Advertisement
Login Form





Password dimenticata?
Nessun account? Registrati
Syndication

MONTE NAVEGNA

Lunghezza: 11Km

Dislivello Complessivo: 1000mt

Durata: 5h

Grado di Difficoltà: E

Data Ultima Modifica: Novembre 2014

Punto di Partenza: Ascrea (740mt)

Punto di Arrivo: Ascrea (740mt)

Tipo di Percorso: andata e Ritorno con possibilità di anello e traversata

Scarica i documenti del percorso

 

Come arrivarci: Dalla A24 si prende l’uscita Carsoli, poco dopo il casello, alla rotonda, si seguono le indicazioni per il Lago del Turano. Dopo aver raggiunto il lago si supera il bivio per Paganico e poco dopo si devia a destra seguendo le indicazioni per Ascrea. Si parcheggia alla fine del paese dopo il comando dei Carabinieri (bella vista sulla valle dell’Obito)

 

Premessa: Il percorso offre un panorama magnifico; per tutta la salita si possono ammirare magnifici scorci sul Lago del Turano e la valle dell’Obito e dalla vetta è possibile scorgere ad E anche il lago del Salto. Percorso naturalistico poco conosciuto e poco frequentato e per questo poco battuto, necessaria una buona dote di orientamento necessaria nei molti punti in cui il sentiero non è perfettamente segnato. Percorribile in tutte le stagioni è molto consigliato percorrerlo in autunno quando i colori dei boschi fanno da padroni incontrastati. Possibilità di modificare il percorso proposto unendo un anello (sentiero 333) o una traversata (sentiero 332 verso Castel di Tora) oppure, una volta tornati ad Ascrea, è possibile effettuare una deviazione alla scoperta della bella valle dell’Obito.

 

Descrizione: Dal culmine del paese, poco più su del comando dei carabinieri, è presente un palo con indicazioni della partenza del sentiero 334 che sale delle scalette di cemento per poi immergersi ripidamente nelle colline sovrastanti il paese con vista a sinistra sul lago e a destra sulla valle dell’Obito. A quota di 1140mt ca. si giunge su una collina con affaccio sul lago, qui è presente un cartello (divelto alla data della stesura questa recensione) e si vede verso N la sagoma del monte Navegna. Si prosegue in direzione del monte per sentiero evidente in leggera discesa fino a raggiungere un cartellone del parco dove il sentiero si trasforma in strada sterrata che prosegue nei boschi fino a giungere alla Fonte le Forche (1120mt).
Si scavalca la fonte e si prosegue in direzione NW in leggera salita fino alle “pendici” del colle Mogaro (1200mt e cartello). Da qui si tralascia la traccia principale (destinata a morire nei pressi di un recinto 250mt più avanti) e si devia a N seguendo tracce ed omini di pietra che salgono sul colle e proseguono in direzione della vetta parzialmente celata ma che si raggiunge comodamente (1508mt).
Per la discesa è possibile ripercorrere a ritroso la via dell’andata oppure, per gli amanti degli anelli, è possibile ridiscendere alla Fonte le Forche e prendere il sentiero 333 che percorre il Fosso Valloppio per tornare ad Ascrea. E’ anche possibile effettuare una traversata raggiungendo Castel di Tora per il sentiero 332 che scende diretto ad W dalla vetta.

 
< Prec.   Pros. >
 
BORN TO TREK... l'escursionismo è ora Open Source!
 
2009 Serra di Ceano (discesa).JPG
Design by Joomlateam.com | Powered by Joomlapixel.com |