BORN TO TREK


Home arrow Trekking arrow TR Appennini arrow Monte Velino, Monte Cafornia (da Massa d'Albe, sentiero 5)
domenica 09 dicembre 2018
Advertisement
Login Form





Password dimenticata?
Nessun account? Registrati
Syndication

MONTE VELINO, MONTE CAFORNIA

Lunghezza: 14Km

Dislivello Complessivo: 1650mt

Durata: 7h

Grado di Difficoltà: EE (Passaggi di I grado)

Data Ultima Modifica: Giugno 2011

Punto di Partenza: Massa d'Albe (912 mt)

Punto di Arrivo: Massa d'Albe (912 mt)

Tipo di Percorso: Anello

Scarica i documenti del percorso Dai il feedback al percorso

 

Come arrivarci: per raggiungere Massa d'Albe dall'autostrada A25 Roma-Pescara si prende l'uscita Magliano De' Marsi, entrati nel paese si prende via Fonte Nuova fino ad incrociare Via Cicolana, si svolta a destra e si raggiunge subito una piazza, si svolta a sinistra imboccando via Santa Maria di Loreto dopo di che si svolta subito nuovamente alla prima traversa a destra (via Dalmazia) fino ad incrociare via Massa d'Albe (sp62b), si seguono le indicazioni e si arriva in poco tempo al paese. Si percorre l'intero paese superando la chiesa, l'imbocco del sentiero si trova alla fine del paese in una piccola piazzola di sosta con croce.

 

Premessa: il Monte Velino, col suo aspetto piramidale, è la montagna più alta di tutto il gruppo . E' una bellissima cima che domina Avezzano e tutta la Piana del Fucino, è anche visibile da Roma. Il Velino è una cima che non si regala a tutti gli escursionisti in quanto tutti gli itinerari per salire in vetta sono lunghi e ardui ed è sicuramente meglio non affrontarli nelle caldissime giornate estive. Il percorso proposto, come si può immaginare da quanto detto fin'ora, è impegnativo e lungo la salita propone brevissimi passaggi su roccia di primo grado non esposti. Magnifica l'intera via di salita costantemente affacciata sulla sottostante Marsica.
La discesa dalla vetta prevede in realtà una nuova ascensione sulla vetta del vicino monte Cafornia che, sebbene sia più basso, rimane la seconda vetta più alta di tutto il parco del Velino-Sirente . Per i meno interessati alla seconda vetta è possibile percorrere un sentiero alternativo più agevole ma più lungo che aggira il monte, anche in questo caso si consiglia di salire sul Cafornia raggiungibile in pochissimo tempo dal bivio dei due possibili sentieri di discesa.
Nel complesso il percorso è estremamente impegnativo a livello fisico con oltre 1500mt di dislivello complessivo, tratti ripidi e spesso rocciosi lungo la salita e discese su ghiaioni che mettono a dura prova le articolazioni. È dunque estremamente consigliato affrontare il percorso con un'adeguata preparazione fisica.

 

Descrizione: dalla fine del paese di Massa d'Albe, in prossimità di uno slargo con al centro una croce, si segue l'evidente e ben segnato sentiero Europeo E1 che prosegue in direzione delle montagne, dopo due chilometri si giunge a Fonte Canale (1200mt ca.), fonte che non sgorga moltissima acqua e nei periodi più asciutti dell'estate può essere secca. In alternativa è anche possibile seguire un sentiero che dal piazzale di Massa d'Albe sale direttamente e più ripidamente alla fonte. Già lungo il sentiero di salita alla fonte è possibile vedere il ben evidente sentiero (sentieri CAI 4-5-6) che taglia il versante Sud del Velino. Dalla fonte è possibile raggiungerlo agevolmente in poco tempo. Si prosegue lungo il sentiero che attraversa boschi di pino fino ad arrivare al bivio tra i sentieri 4-5 che deviano a sinistra e il 6, qui è presente un cartello che indica come tempistica di salita al Velino 3h sia per il percorso 5 che per il percorso 6.
Si segue il sentiero 5 che devia verso la sinistra orografica passando sotto una parte rocciosa fino al bivio per la grotta che si tralascia sulla sinistra proseguendo a destra per ghiaie.  Dopo meno di mezz'ora si incontra un primo breve tratto un po' roccioso (semplicissima arrampicata) non esposto che si supera agevolmente. Da questo momento comincia una monotona ma panoramica salita per sentiero ben battuto e ripido con ampie balconate sovrastate da una zona rocciosa raggiunta la quale si superano alcuni facili salti di roccia e si esce in cresta Sud del Velino. A questo punto si prosegue lungo la cresta da dove è visibile la vetta e in mezz'ora si giunge in cima (2486mt).
Dalla vetta si prosegue verso Nord riscendendo per ghiaie fino all'incrocio con i sentieri 1-2-3 provenienti rispettivamente dai Piani di Pezza, dalla valle di Teve e da S.Maria delle Valli a Rosciolo. Si prosegue verso Est in direzione del vicino Cafornia, se ne raggiungono rapidamente le pendici dove è presente il bivio dei sentieri 7 e 7A. Si segue quest'ultimo e dopo breve salita per ghiaie si giunge in vetta (2409mt).
Dalla cima del Cafornia si prosegue verso Sud-Est seguendo i segnali rossi-bianchi lungo il sentiero 7A che scende repentinamente per ghiaioni il versante orientale della montagna e raggiunge il pratone sottostante dove intuitivamente (i segnali qui sono meno visibili, vanno scrutati attentamente per trovarli) si prosegue in direzione della Costa Cafornia fino a reincontrare il ben battuto sentiero 7.
Se si preferisce evitare il faticoso ghiaione del sentiero 7A è possibile percorrere il sentiero 7 che seppure più lungo è meno impegnativo. Dalla vetta si percorre a ritroso la breve salita affrontata in precedenza fino a raggiungere le pendici del Cafornia in prossimità del bivio, si segue il sentiero 7 verso Nord-Est abbandonando dopo poco i sentieri 1-2 per proseguire decisamente verso Est e scendere per evidente mulattiera il costone settentrionale del Cafornia, si aggira la montagna finchè il sentiero devia decisamente verso Sud fino a ricongiungersi con il sentiero 7A.
Da questo punto si prosegue lungo la facile mulattiera che scende per sentiero battuto in direzione di Fonte Canale situata nella sella posta tra la montagna che si sta scendendo e il monte La Difensola (1326mt, facilmente riconoscibile dalla presenza in sommità di alberi posti in posizione circolare). Giunti a Fonte Canale si percorre a ritroso il sentiero percorso all'andata.

 
< Prec.   Pros. >
 
BORN TO TREK... l'escursionismo è ora Open Source!
 
2009 sirente (panorama).jpg
Design by Joomlateam.com | Powered by Joomlapixel.com |