BORN TO TREK


Home arrow Trekking arrow TR Appennini arrow Via ferrata al Bivacco Bafile
mercoledì 16 agosto 2017
Advertisement
Login Form





Password dimenticata?
Nessun account? Registrati
Syndication

VIA FERRATA AL BIVACCO BAFILE

Lunghezza: 8 Km

Dislivello Complessivo: 900 mt

Durata: 5 h

Grado di Difficoltà: EEA

Data Ultima Modifica: Luglio 2011

Punto di Partenza: Campo Imperatore (2100 mt)

Punto di Arrivo: Campo Imperatore (2100 mt)

Tipo di Percorso: Andata e ritorni

Scarica i documenti del percorso Dai il feedback al percorso

 

Come arrivarci: Per raggiungere il punto di partenza si deve prendere la A24 ed uscire ad Assergi per poi seguire le indicazioni per Campo Imperatore, una volta giunti alla piana si devia in direzione dell’albergo seguendo le indicazioni.

 

Premessa: il bivacco Andrea Bafile è situato a 2669mt di altitudine sulla rocciosa parete meridionale del Corno Grande. La sua ubicazione strategica garantisce un riparo agli escursionisti esperti che, durante la traversata del Corno Grande per la Forchetta del Calderone, si potrebbero trovare in difficoltà per motivi meteorologici e non. La via ferrata che porta al bivacco dal bivio della direttissima al Corno Grande è stata risistemata di recente. Non sono presenti particolari difficoltà alpinistiche e la via è prevalentemente un traverso a tratti esposto, per questo non di rado alcuni escursionisti esperti affrontano questa via senza alcuna protezione. Tuttavia l'utilizzo dell'imbrago e del set da via ferrata (ma essendo un traverso anche di un semplice pezzo di corda) è raccomandato, i cambiamenti meteorologici nella zona sono repentini e avere la possibilità di assicurarsi può risultare vitale, in ogni caso l'esposizione della via suggerisce l'utilizzo dell'attrezzatura.
Il bivacco è situato su uno sperone roccioso dal quale è possibile vedere la vetta del Corno Grande e tutte le cime orientali del Gran Sasso. È possibile pernottare nel rifugio che è sempre aperto, sono presenti 9 posti letto e dalle finestrelle si scorgono suggestivi paesaggi.
Nel complesso la ferrata è di media-bassa difficoltà in quanto breve, non eccessivamente esposta e con passaggi su roccia che non superano il III grado basso.

 

Descrizione: Dal piazzale di Campo Imperatore (2130m), si passa a sinistra dell'Osservatorio (segnavia 3) e si inizia a salire seguendo l'evidente sentiero. Dopo alcuni tornanti si devia a destra percorrendo un sentiero che a mezza costa giunge sotto la Sella di Monte Aquila, dopo brevi e facili tornantini si giunge sulla sella (2335m).
Dalla Sella si scende leggermente, si tralascia il sentiero verso sinistra che porta al rifugio Garibaldi e alla via normale del Corno Grande e si prosegue verso destra fino a raggiungere la Sella di Corno Grande. Si punta a nord dritti verso la parete rocciosa seguendo il percorso con segnavia 4. Il sentiero dopo un primo tratto pianeggiante comincia a salire per tornanti giaiosi fino a raggiungere un particolare masso denominato “il Sassone” (2550mt ca.). Da questo si prosegue per pochi metri fino a raggiungere il bivio tra direttissima al Corno Grande e ferrata per il Bivacco Bafile (è presente una targa). Da qui si devia a destra verso il bivacco Bafile e la Forchetta del Calderone. Il sentiero attraversa diverse zone rocciose a tratti leggermente ghiaiose ma non particolarmente esposte e dopo aver superato un valloncello si incontra subito la ferrata. Dopo pochi metri è presente una breve scaletta di ferro dopo la quale si comincia a traversare passando per pronunciati spacchi orizzontali della montagna e poi per facili e appoggiate placche fino ad uscire dalla ferrata nel suo tratto più esposto e aggettante.
Finita la via ferrata e superato un breve tratto leggermente esposto si comincia ad intravedere il bivacco Bafile oltre un grande ghiaione che va attraversato obliqualmente in leggera discesa. Dopo il ghiaione bisogna fare attenzione perchè nascosto da un tratto roccioso si nasconde un breve ma impegnativo tratto nel quale si deve inizialmente arrampicare pochi metri e poi disarrampicarli per oltrepassare un avvallamento improvviso. In questo punto si deve far attenzione a seguire i segnali bianco-rossi che non vanno confusi con quelli giallo-rossi traccianti la via che conduce alla Forchetta del Calderone (via alpinistica). Seguendo i segnali bianchi-rossi si segue uno spacco obliquo in salita leggermente ghiaioso concluso il quale si raggiunge il bivacco Andrea Bafile (2669mt).
Per tornare a Campo Imperatore si deve ripercorrere a ritroso la via percorsa all'andata utilizzando la stessa attenzione dell'andata.

 
< Prec.   Pros. >
 
BORN TO TREK... l'escursionismo è ora Open Source!
 
2008 sirente (cai).JPG
Design by Joomlateam.com | Powered by Joomlapixel.com |