BORN TO TREK


Home arrow Trekking arrow TR Appennini arrow Monte Cotento (da Campo Staffi)
domenica 09 dicembre 2018
Advertisement
Login Form





Password dimenticata?
Nessun account? Registrati
Syndication

MONTE COTENTO

Lunghezza: 5Km

Dislivello Complessivo: 230m

Durata: 3h

Grado di Difficoltà: T

Data Ultima Modifica: Luglio 2010

Punto di Partenza: Campo Staffi (1780m)

Punto di Arrivo: Campo Staffi (1780m)

Tipo di Percorso: Anello

 Scarica i documenti del percorso Dai il feedback al percorso

 

Come arrivarci: Le strade per raggiungere il punto di partenza sono diverse. Da Roma è possibile raggiungere la destinazione prendendo inizialmente la A24, successivamente seguire la A25 in direzione di Pescara e prendere l'uscita Avezzano, senza entrare al paese si prosegue dritti per la superstrada del Liri. Dopo poco si esce all'uscita per Capistrello, si supera il paese e si seguono le indicazioni per Campo Staffi (SP63). Appena superato il Passo Serra S.Antonio (dove c'è un cartellone del parco) si svolta a destra e si raggiunge in poco tempo Campo staffi. Questa strada è un po' impervia e per questo motivo d'inverno è chiusa al transito).
Un'altra strada, forse più corta ma più complicata nonché dispendiosa di tempo si può affrontare prendendo l'autostrada A24 Roma-L'Aquila, una volta usciti Vicovaro-Mandela, si svolta a sinistra seguendo per un primo tratto la Tiburtina Valeria in direzione Sambuci, Saracinesco, Subiaco per poi svoltare dopo pochi chilometri a destra fino a raggiungere Subiaco. Da Subiaco si prosegue sempre sulla Sublacense (SS411) attraversando Arcinazzo Romano fino a raggiungere gli Altipiani Di Arcinazzo dove si abbandona la Sublacense svoltando a sinistra seguendo le indicazioni per Trevi. Attraversato il paese si prosegue sulla stessa strada fino ad arrivare a Filettino. Da Filettino prendere la strada per Capistrello e per Campo Staffi. in corrispondenza di Passo Serra Sant'Antonio vi è il bivio dove si dividono la strada per Campo Staffi e quella per Capistrello.

 

Premessa: Il percorso è molto semplice ma allo stesso tempo vario. Lungo la salita è possibile ammirare dall'alto la bellezza e l'immensità dei boschi dei monti Simbruini mentre lungo il tragitto di discesa invece si entra in contatto con la triste realtà (da punto di vista naturalistico) delle sciovie che deturpano la zona.
Il monte Cotento con i suoi 2015m è una vetta di tutto rispetto. La sua conformazione collinare e la vicinanza a Campo Staffi la rende accessibile a chiunque voglia cimentarsi in una semplice escursione estiva. L'escursionista rimarrà meravigliato nell'ammirare tutte le più imponenti catene dell'Appennino. Dalla vetta sono facilmente riconoscibili i vicini Monte Viglio e Monte Tarino e le catene del Velino-Sirente con alle spalle il Gran Sasso (di cui si scorge solo il Monte Camicia e la punta del Corno Grande), la Majella, il Parco Nazionale d'Abruzzo, Lazio e Molise e tutte le catene montuose del Lazio.

 

Descrizione: Una volta parcheggiata la macchina in prossimità del tornante presente alla fine di Campo Staffi si prosegue in direzione Ovest seguendo le indicazioni per il Monte Tarino, si scendono pochi metri e si abbandona il sentiero per il Tarino svoltando a sinistra incrociando dapprima l'impianto sciistico e successivamente la pista da sci. Ai bordi di questa diparte un evidente sentiero con piccoli paletti di legno e segni rossi e bianchi. Si segue il sentiero tralasciando sulla destra piccole mulattiere (segnate da paletti di legno) che si ricongiungono con il sentiero per il Monte Tarino e si prosegue dritti per il sentiero sterrato che in salita aggira Colle Le Liscie (ci si trova ad
un'altitudine di circa 1840m) e si affaccia su un valloncello con al centro un laghetto. Da questo punto sono evidenti sia il sentiero che porta in vetta al Monte Cotento sia gli impianti sciistici vicino ai quali passa il sentiero del ritorno. Da questo punto si prosegue direttamente in direzione Sud-Est verso il Monte Cotento che dopo una breve salita viene raggiunto senza difficoltà (2015m).
Per la discesa si percorre a ritroso il tratto di ripida salita affrontato nell'andata e si arriva al valloncello che stavolta non va aggirato ma va attraversato completamente in direzione dell'impianto sciistico dal quale con facile carrareccia si scende nuovamente a Campo Staffi.

 
< Prec.   Pros. >
 
BORN TO TREK... l'escursionismo è ora Open Source!
 
2009 Serra di Ceano (discesa).JPG
Design by Joomlateam.com | Powered by Joomlapixel.com |