BORN TO TREK


Home arrow Trekking arrow TR Appennini arrow Monte Marcolano (dal rifugio del Diavolo)
domenica 09 dicembre 2018
Advertisement
Login Form





Password dimenticata?
Nessun account? Registrati
Syndication

MONTE MARCOLANO

Scarica il percorso in PDF

Feedback

 

Lunghezza: 14Km

Dislivello Complessivo: 550m

Durata: 4h 30m

Grado di Difficoltà: E

Data Ultima Modifica: Maggio 2009

Punto di Partenza: Rifugio del Diavolo (1380m) - Km34 SS83 (Statale Marsicana)

Punto di Arrivo: Rifugio del Diavolo (1380m) - Km34 SS83 (Statale Marsicana)

Tipo di Percorso: Andata e Ritorno

 

Come arrivarci: Dalla A25 Roma-Pescara si prende l'uscita per Pescina e si raggiunge il paese. Da Pescina si segue la SS83 (Statale Marsicana) e la si percorre superando i paesi di Venere e Gioia dei Marsi. Proseguendo sulla statale si giunge al Km34 in prossimità del rifugio del Diavolo.

Premessa: Il Parco Nazionale d'Abruzzo, Lazio e Molise permette ai suoi visitatori di ritrovarsi immersi in un ambiente incontaminato, è uno dei più vasti parchi d'Italia, è inoltre possibile incontrare la numerosa fauna che abita questo parco.
Il percorso proposto consente di esplorare una delle meno frequentate zone del parco ma non per questo meno bella. Lungo la ascesa si possono ammirare magnifici scorci di natura passando da immense vallate verdeggianti a magnifiche faggete fino ad arrivare sulle creste del monte Marcolano dal quale la vista spazia su tutto il parco e sulle principali vette appenniniche.
Con i suoi 1940m la vetta non è una delle più elevate, inoltre la partenza dal rifugio del Diavolo (1400m) e il comodo sentiero rendono il percorso facile da percorrere e adatto anche a chi vuole affrontare una facile escursione, unica attenzione va portata per la segnaletica (i segnali rossi sono quelli del parco, non quelli gialli) la quale, anche se presente, alle volte può risultare poco visibile.

Descrizione: Una volta parcheggiati in prossimità del rifugio del Diavolo (il quale è aperto al pubblico con servizio di alberghetto) ci si porta all'accesso "T" del Parco, da cui si imbocca una strada sterrata (segnavia T1) che attraversa una zona prativa praticamente pianeggiante. All'altezza di alcune costruzioni in pietra si incontra il primo bivio, si trascura il sentiero di sinistra T3 che percorre la val Lampazzo (il segnavia è ben visibile sullo spigolo di un muretto) e si procede su quello di destra. Dopo brevissimo tempo ad un altro bivio in prossimità di vecchi corrimano in legno e corda. I segnali (rossi, non gialli) sono abbastanza visibili su tronchi d'albero e pietre. Qui si abbandona il segnavia T1 (che prosegue in direzione di Favona e dell'acceso "S") e si segue la mulattiera di sinistra che entra nel bosco (segnavia T4) e che incomincia a salire.
La mulattiera attraversa i prati della Fossa Perrone, al di là di questi, rientra nel bosco di faggi. Ben presto si incontra il bivio con il sentiero T6, che si dirige a sinistra e che si tralascia per continuare diritto nel bosco, in leggera salita.
Il sentiero è molto agevole e alterna tratti ripidi a zone meno faticose, lungo tutto il percorso ci si trova immersi in una fitta faggeta a radure in cui è piacevole camminare o sostare per riposarsi. Proseguendo lungo il sentiero si perviene al limite del bosco, uscendo su un pianoro a pascolo che si attraversa completamente, gustando l'ampio panorama circostante.
Il sentiero diviene qui meno visibile (fare bene attenzione ai segnali rossi) e, dopo un ultimo tratto più ripido, si raggiunge la sella che si apre sulla cresta tra il monte Marcolano e la Rocca Genovese da dove si apre un magnifico panorama.
La cresta rocciosa del monte Marcolano è l'ultima facile fatica che resta da affrontare. Dalla vetta lo sguardo spazia poi sui vasti territori del Parco Nazionale d'Abruzzo e su Villavallelonga.
Per il ritorno si affronta l'itinerario di salita.
In alternativa si può effettuare una traversata fino a raggiungere Villavallelonga, scendendo alla Madonna della Lanna (accesso "A" del Parco) con il sentiero P4 che può presentare qualche difficoltà. Con un'ora di cammino dalla Madonna della Lanna si giunge a Villavallelonga.

 
< Prec.   Pros. >
 
BORN TO TREK... l'escursionismo è ora Open Source!
 
2009 sirente (cresta).jpg
Design by Joomlateam.com | Powered by Joomlapixel.com |