BORN TO TREK


Home arrow Trekking arrow TR Appennini arrow Monte Prena (da Fonte Vetica)
domenica 09 dicembre 2018
Advertisement
Login Form





Password dimenticata?
Nessun account? Registrati
Syndication

MONTE PRENA

Scarica il percorso in PDF

Feedback

 

Lunghezza: 6Km

Dislivello Complessivo: 800m

Durata: 5h 30m

Grado di Difficoltà: EE

Data Ultima Modifica: Luglio 2008

Punto di Partenza: Miniera di Bitume (1745m) - Fonte Vetica

Punto di Arrivo: Miniera di Bitume (1745m) - Fonte Vetica

Tipo di Percorso: Andata e Ritorno

 

Come arrivarci: Per raggiungere il punto di partenza si deve prendere la A24 ed uscire ad Assergi per poi seguire le indicazioni per Fonte Cerreto prima e Campo Imperatore poi (SR 17bis), una volta giunti alla piana si supera il bivio per l'albergo di Campo Imperatore e si prosegue dritti, dopo circa 9 km sulla sinistra si dirama una strada sterrata che porta in direzione delle montagne, la strada, in un primo breve tratto tranquilla, diventa un po' più dissestata. Si supera un bivio svoltando a sinistra andando verso la visibile miniera di Bitume, prima di questa sulla sinistra, in prossimità di un'insenatura nella collina parte il sentiero

 

Premessa: Il percorso è estremamente interessante e vario, dà la possibilità di scalare una delle più alte e più belle vette del gruppo del Gran Sasso immersi in un paesaggio alpino pieno zone rocciose mozzafiato. Il percorso presenta dei tratti impervi sopratutto in prossimità della cima (salita molto ripida e ghiaiosa, in alcuni punti si devono usare le mani per salire). La vista sulla cima spazia su tutto il gruppo del Gran Sasso, sulle zone appenniniche del centro Italia e sul mare Adriatico, bellissimo anche il panorama sull'immensa piana di Campo Imperatore.

 

Descrizione: Dalla strada che porta alla miniera di Bitume si abbandona la macchina e si intraprende la salita lungo il sentiero 7 che risale il versante orientale delle Coste di Sferruccio. Lungo l'ascesa si possono vedere a fondo valle i resti del Bivacco Lubrano e incontrare a quota 2000m la Fonte Comune che nelle stagioni più aride può seccare. Il sentiero è prevalentemente comodo e battuto tranne in bravi tratti dove le piogge torrentizie portano a valle molta ghiaia rendendo il sentiero per certi versi difficoltoso, tuttavia senza eccessive difficoltà si giunge facilmente al Vado di Ferruccio (2233m). Dal Vado di Ferruccio si prosegue a sinistra (Ovest) lungo le creste (sentiero 7A) puntando decisamente verso le coste rocciose del monte Prena. Il sentiero aggira le costone passando sotto il versante settentrionale della cima. Si supera un piccolo cerchio fatto di sassi (utilizzato per l'eventuale atterraggio di elicotteri) e a quota di circa 2420m si comincia a salire il faticoso ghiaione con tratti in cui si deve utilizzare le mani per tirarsi su (passaggi di I e II livello), superato quest'ultimo tratto si giunge sulla cresta e quindi subito dopo fin sulla cima del Monte Prena (2561m).
Per tornare al punto di partenza si deve affrontare al contrario il percorso fatto all'andata facendo molta attenzione al tratto sottostante la cima che può risultare molto più faticoso affrontato in discesa.

 
< Prec.   Pros. >
 
BORN TO TREK... l'escursionismo è ora Open Source!
 
2008 viglio (cresta).JPG
Design by Joomlateam.com | Powered by Joomlapixel.com |