BORN TO TREK


Home arrow Trekking arrow TR Appennini arrow Corno Grande (da Campo Imperatore)
mercoledì 16 agosto 2017
Advertisement
Login Form





Password dimenticata?
Nessun account? Registrati
Syndication

CORNO GRANDE

Scarica il percorso in PDF

Feedback

 

Lunghezza: 8Km

Dislivello Complessivo: 800m

Durata: 5h

Grado di Difficoltà: E

Data Ultima Modifica: Agosto 2008

Punto di Partenza: Alb.go Campo Imperatore (2130m)

Punto di Arrivo: Alb.go Campo Imperatore (2130m)

Tipo di Percorso: Andata e Ritorno

 

Come arrivarci: Per raggiungere il punto di partenza si deve prendere la A24 ed uscire ad Assergi per poi seguire le indicazioni per Campo Imperatore, una volta giunti alla piana si devia in direzione dell’albergo seguendo le indicazioni.

 

Premessa: Il percorso è uno dei più caratteristici per la salita sulla vetta più alta degli Appennini, il Corno Grande è un palcoscenico di panorami indimenticabili ed unici, se il tempo lo permette è possibile scorgere all’orizzonte sia il Mar Adriatico sia il Mar Tirreno. Il percorso permette di attraversare ed osservare diversi paesaggi tra cui il suggestivo ghiacciaio del Calderone alle pendici del corno grande, il ghiacciaio più a sud di tutte Europa, e il desiderabile Corno Piccolo raggiungibile solamente attraverso vie ferrate.

La permanenza del percorso al di sopra dei 2000 metri fa si che ci si trovi in una zona di tipo dolomitico differente da tutte le altre zone montane che si possono visitare e ammirare sugli Appennini.

La facilità nel raggiungere la vetta e la sua altezza rendono il Corno Grande una delle mete di montagna più gettonate nei periodi estivi rendendo la zona quasi invivibile per il grande numero di escursionisti che si possono incontrare in cima e lungo il tragitto

 

Descrizione: Dal piazzale di Campo Imperatore (2130m), si passa a sinistra dell'Osservatorio (segnavia 3) e si inizia a salire seguendo l'evidente sentiero. Dopo alcuni tornanti si devia a destra percorrendo un sentiero che a mezza costa giunge sotto la Sella di Monte Aquila, dopo brevi e facili tornantini si giunge sulla sella (2335m).

Dalla Sella si scende leggermente, si tralascia il sentiero verso destra, che risale verso sella di Corno Grande, e si traversa tutta la conca di Campo Pericoli. Superato il bivio per il rifugio Garibaldi si arriva alla base del versante sud del Corno Grande, qui comincia la facile salita del Brecciaio e dopo una ripida ma non difficile salita si giunge alla sella del Brecciaio (2506m).

Si oltrepassa sulla sinistra il sentiero della via ferrata Brizio e si risale per tornanti fino all'ampia Conca degli Invalidi. Dopo aver lasciato sulla destra la traccia per la cresta ovest si continua a salire verso l'evidente sentiero che risale il versante nord del Corno Gande.

Si abbandona il sentiero che prosegue verso il Passo del Cannone e si risale, a destra, zigzagando per il ripido sentiero di rocce e ghiaie sino a raggiungere la cresta nord (da dove si può ammirare il ghiacciaio del Calderone) più o meno dove questa si unisce alla cresta ovest. Seguendo brevemente la cresta cresta si arriva in cima alla vetta occidentale del Corno Grande (2912m).

In alternativa, per rendere l'escursione più panoramica, dalla Conca degli Invalidi (2615m) si devia verso destra (segnavia 3A) risale sull'inizio della cresta ovest, giunti sul filo di cresta lo segue fino al congiungimento con la cresta nord (via Normale) ed in breve in vetta. Lungo la cresta sono presenti due ringhiere di ferro alle quali quali ci si aggrappa per proseguire nella ascesa. Questo percorso è più difficile della via normale e prevede dei tratti alpinistici di I e II grado (difficoltà EE), è quindi consigliato affrontare questo percorso con la giusta preparazione fisica e mentale, ricordando che questi sentieri percorsi in discesa presentano maggiori difficoltà.

Per tornare a Campo Imperatore è possibile ripercorrere al contrario il percorso dell’andata riscendendo per la via normale.

Se si vuole godere a pieno della bellezza di tutta la zona è sconsigliato affrontare questo percorso in soleggiate domeniche estive. In questi giorni il Corno Grande si trasforma in una meta turistica molto gettonata e diventa impossibile ammirare solitariamente il panorama. 

 
< Prec.   Pros. >
 
BORN TO TREK... l'escursionismo è ora Open Source!
 
2008 viglio (cresta).JPG
Design by Joomlateam.com | Powered by Joomlapixel.com |